Come tradurre parole specifiche

Scritto da: Alessia Di Cunto, il 25/11/2021.


Qualche giorno fa ho deciso di creare un reel su Instagram, che parlasse di come tradurre parole specifiche.

Capita spesso di trovarsi in difficoltà dinanzi a termini, espressioni o addirittura intere frasi che ci mandano completamente in crisi.

Leggi il contesto, capisci il senso, nella tua mente hai già la traduzione perfetta, eppure qualcosa le impedisce di venir fuori. Provi a scrivere e riscrivere varianti di un’espressione che però in quel contesto stonano, non ti piace la resa, e allora cancelli e riscrivi per poi ricancellare tutto!

Se non sai come venirne a capo, ti lascio di seguito qualche consiglio personale su come affronto situazioni del genere… provare per credere!


1. Usa i dizionari

A volte la soluzione più semplice è proprio quella più ovvia. Come dicevo precedentemente, delle volte capita che ci si ritrovi a pensare a sinonimi o frasi composte che però soddisfano solo al 90% le nostre aspettative. Prova allora a fare una ricerca su dizionari, monolingua o bilingue; in alternativa, ti consiglio per alcuni settori l’utilizzo di dizionari specifici (ES. Il dizionario della moda)

2. Ricerche Google

Potrebbe sembrarti come cercare un ago in un pagliaio, ma ti posso assicurare che esistono migliaia di community e forum che potrebbero tornarti più che utili! Delle volte ti basta cercare questo termine o espressione direttamente nella barra di ricerca google per capire in quali contesti viene utilizzato/a, il tipo di ambiente (formale/informale), il target che ne fa maggiormente uso. Posso assicurarti che ti sarà di grande aiuto, specialmente nel capire la resa finale che dovrà avere la tua traduzione.

3. Google Immagini

Ultimo, ma non per importanza, ti consiglio di fare una ricerca anche nella sezione “Immagini” di Google. Alcune parole potrebbero rappresentare quelli che chiamiamo più comunemente come “false friends”; vedere qualche immagine correlata a ciò che stiamo cercando ci aiuterà a capirne di più.


Insomma, gli strumenti che possono migliorare la rese delle nostre traduzioni sono davvero tanti, ma soprattutto alla portata di mano. La tecnologia e la globalizzazione possono esserci di grande aiuto nel nostro lavoro, basta saper cercare. Come dico sempre, il bello della traduzione è avere la possibilità di arricchirsi testo dopo testo, a poco a poco, allargando i nostri orizzonti e nutrendo il baule delle nostre conoscenze.

Ricorda, però, che una macchina non può sostituire un uomo, e che tu, mio caro lettore traduttore, sei una risorsa unica e preziosa in un mondo come il nostro!

Italian Gestures PT.2

Author: Alessia Di Cunto.

(N.B. Here we are with the second part of “Italian Gestures”! I’m so so so much proud of this hard work. Can’t wait to read your opinion right below in the comments)

Continua a leggere “Italian Gestures PT.2”

Italian Immigration

Author: Alessia Di Cunto, 17/01/2021.

I’m so proud of this article, as it includes my university’s studies, my culture, my family. I hope you will enjoy it too! Can’t wait to read your comments.

Continua a leggere “Italian Immigration”

Italian gestures PT.1

Author: Alessia Di Cunto, 10/01/2021.

Italian people are known all around the world for their kindness, the way they host and help people (I know, I’m an Italian girl. How couldn’t I say so?).

One of the first thing that a stranger could say about us is that we always use our hands while we talk; in fact, one of my professors always said that we had to learn how to stop using them, because someone could misunderstand our intentions.

Continua a leggere “Italian gestures PT.1”