Qualità di una buona traduzione

Scritto da: Ilduara Escobedo, il 24/11/2021.

(N.B. Per questa traduzione ho applicato alcuni inversioni oggetto/aggettivo. L’autrice scrive in maniera piuttosto scorrevole e schietta, pertanto l’intento è stato quello di mantenere il suo stesso tono di voce)


Ciao a tutti!

Oggi voglio parlare di ciò che rende una traduzione di buona qualità. Ogni traduttore ha il proprio stile, quindi non ti troverai mai di fronte a due traduzioni identiche.

Ma ci sono dei segreti per una traduzione di buona qualità? Forse non segreti ma elementi chiave che possono aiutarci a creare una traduzione di qualità.

II Traduttore

La riuscita di una buona traduzione dipende in gran parte dalle capacità e dall’esperienza del traduttore. Allora, cosa rende bravo un traduttore? Le competenze richieste possono rientrare in due categorie: traduzione e scrittura. Un traduttore fa molto di più che tradurre, trasmette il materiale di partenza in modo comprensibile nella lingua di destinazione.

Capire il Pubblico

Il traduttore deve capire il pubblico e le sue esigenze. Tradurre un romanzo è diverso dal tradurre un’indagine medica. L’approccio del traduttore sarà diverso per ogni singolo caso.

La traduzione deve essere della stessa qualità del documento di origine

Una buona traduzione si legge come se fosse stata originariamente scritta per il pubblico di destinazione. Il fatto che il documento di origine sia stato tradotto non si dovrebbe percepire.

Il tocco umano

Sebbene i CAT Tools abbia fatto molti progessi, il tocco umano è ancora essenziale per far brillare le traduzioni. Gli strumenti di traduzione possono aiutarci a tradurre in modo più rapido e accurato; tuttavia, non possono ancora competere con l’abilità e le sfumature che i traduttori umani apportano alla traduzione.


Ecco alcuni altri suggerimenti:

  1. Leggi il testo nella sua interezza, più volte se necessario. Assicurati di capire il messaggio del testo, qual è il suo significato principale.
  2. Fai qualche ricerca in più. Non fa mai male! Al contrario, può aiutarti a comprendere meglio il testo o il pubblico di destinazione.
  3. Valuta la tua prima bozza: è comprensile così com’è? Questo è un passo importante, dobbiamo assicurarci che la traduzione sia comprensibile, senza aver bisogno del documento di partenza.
  4. Chiedi a qualcuno di rileggere il lavoro finito. Questo è un passaggio cruciale, qualcun altro può cogliere errori che tu non hai notato. E se non riesci a trovare un collega disposto ad esaminare il tuo lavoro, ti suggerirei di rileggerlo almeno un giorno dopo averlo finito, per far riposare il tuo cervello e rivederlo a mente fresca.

Hai altri suggerimenti? Mi farebbe piacere leggerli nei commenti.

Vorrei ringraziare “Day Translations” per aver sponsorizzato questo post. Puoi controllare il loro sito Web qui: https://www.daytranslations.com/

Alla prossima volta, abbi cura di te e stai al sicuro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...