Itinerario di quattro giorni ad Edimburgo

Scritto da: Lorena Martínez, il 05/12/2016.

(N.B. Questo articolo mi è piaciuto molto, specie perché per realizzarne una traduzione ben fatta ho dovuto fare varie ricerche che hanno arricchito il mio bagaglio culturale. Innanzitutto, ho conosciuto un po’ di Edimburgo, in particolare le molteplici storie di fantasmi del luogo. Ma soprattutto, ho imparato molto di più su cosa sono gli “haggis” e sul “whisky”)


Cosa attrae di Edimburgo? Forse quello che affascina è la cultura e la passione per i suoi ideali. O forse è l’imbattersi in castelli che sembrano giocare al trono. Potrebbe anche essere l’intromettersi in quelle chiuse così cupe e riapparire in giardini privati e fioriti che colorano la città. Per non parlare della possibilità di diventare un esperto di whisky single malt. E anche se non avessi pensato di scegliere Edimburgo per la sua attività paranormale, questo è l’ingrediente principale delle passeggiate per la città, e la cui missione è disturbare il nostro buon senso. Involontariamente, questo itinerario di Edimburgo si è rivelato molto diverso da come me lo immaginavo.


Itinerario di quattro giorni ad Edimburgo

Giorno di arrivo

Nel pomeriggio: appena arrivata alla stazione dei treni di Edimburgo, situata nel cuore della Città Vecchia, ho pensato: “E se la prima impressione è ciò che conta, un tour di questa parte della città con una guida locale può farti innamorare per sempre di Edimburgo”.

Nel tardo pomeriggio/sera: è come entrare nel cuore di Edimburgo, ecco cos’è la Città Vecchia. Anche se è una passeggiata fatta per il turismo, è il luogo meglio conservato e ambientato per capire come si viveva in quelle case sotterranee del XVII secolo.

Spoiler Alert! Se vuoi sapere cosa succede durante il tour di Mary’s King Close, continua a leggere!

È un luogo così tanto buio che è impossibile da fotografare. Così, con scarsa illuminazione abbiamo cominciato a camminare tra quelle strade e case sotterranee del XVII secolo. Ma questo è niente in confronto alla storia del luogo, in cui migliaia di persone sono morte a causa della peste. Vivevano affollati. Diverse famiglie condividevano stanze molto piccole e un secchio. Un secchio per tutti, e il cui contenuto poteva essere smaltito solo due volte al giorno, sulla stessa strada su cui camminavamo. Le condizioni erano misere e la peste non ha risparmiato le loro vite.

Ma l’epidemia.. è stata trasformata dagli scozzesi in storie di fantasmi. Così nacque Annie. Ma attenzione, non come persona, bensì come storia della sua presenza paranormale. Una parapsicologa, che si trovava lì a lavorare sui fenomeni paranormali, dice di aver incontrato una ragazza che piangeva. Questa le raccontò di essere stata abbandonata dalla sua famiglia a causa della peste, e di aver perso anche la sua bambola di pezza. Anche se in un altro modo, il desiderio di Annie è stato esaudito e ad oggi riceve tantissimi giocattoli che le persone le portano, così che possa riposare in pace, o in modo che non appaia loro di notte.

Giorno 1

Al mattino: la Città Vecchia di Edimburgo è facile da visitare in autonomia, perché la maggior parte delle cose da vedere sono concentrate lungo la Royal Mile, e la cosa più divertente è intromettersi nelle chiuse che si aprono su entrambi i lati di questo miglio reale. In assenza di grattacieli, una breve salita al monte Carlton Hill ci lascerà un ricordo indelebile della vista panoramica di Edimburgo. In questo luogo preciso, torneremmo volentieri di notte per scoprire cosa è successo centinaia di anni fa.

Nel pomeriggio: se c’è una Città Vecchia, allora c’è anche una Città Nuova. La Città Nuova, infatti, ha un’atmosfera più elegante e diversa dalla Città Vecchia, e per dare un senso alla vostra visita è necessario farsi accompagnare da una guida.

Di sera: le storie dei fantasmi sono la priorità in questa città, in cui si scoprono anche nuovi luoghi della Città Vecchia. Alla luce del giorno più tenue, siamo tornati su Carlton Hill per vedere il lato oscuro di Edimburgo.

Giorno 2

Al mattino: il punto più alto della città è il Castello di Edimburgo, che a sua volta si trova su un vulcano spento. Poiché il castello si trova dall’altra parte della città, anche le viste panoramiche sono diverse, essendo il principale motivo per visitarlo.

Nel pomeriggio: uno dei gioielli consigliati dalle guide locali è fare una passeggiata lungo il Water of Leith, in un villaggio integrato nella città, a soli 20 minuti dal centro della Città Vecchia.

Nel tardo pomeriggio: l’esperienza che ti farà dimenticare dei fantasmi, e che ti convertirà in un degustatore della bibita nazionale.

Giorno 3

Intera giornata: una fuga molto scozzese attraverso profonde valli verdi, il suono delle cornamuse, recuperando le energie con un haggis, nel tentativo di incontrare il mostro di Loch Ness.

Conosciamo la storia di Edimburgo!

Edimburgo ha una storia cruda e prospera, coraggiosa e con tanta voglia di essere indipendente.

Dove alloggiare a Edimburgo?

La Città Vecchia è la parte più attraente della città in cui soggiornare ed è molto probabile che la proprietà scelta si troverà in un edificio che in precedenza aveva un’altra funzione. Io alloggiavo in un appartamento il cui edificio, circa 300 anni fa, fungeva da fabbrica di candele.

Nuove esperienze gastronomiche

L’haggis è l’insaccato nazionale scozzese. È un piatto dal sapore intenso e molto speziato. Ti dico cosa contiene ma spero che non influenzi la tua decisione. Tu chiedi un haggis e basta! Era lo stufato popolare tra i poveri, che vendevano quanto più possibile delle loro pecore, e con quello che non potevano vendere preparavano questa pietanza, utilizzando il polmone, lo stomaco, il fegato e il cuore della pecora.

Il tour di Edimburgo fa parte dell’itinerario di 30 giorni di questa prima visita in Europa, che comprende anche Madrid, Barcellona, Parigi, Londra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...