10 falsi miti sui traduttori

Scritto da: Ilduara Escobedo, il 17/02/2021.

(N.B. Notare in particolare che “connected” è stato tradotto come “a dispozione”. Talvolta ho ritenuto necessario ricorrere a delle parafrasi)


Salve a tutti!

Questo è il mio secondo post dell’anno e il 60° in totale!

Oggi vi voglio parlare di alcuni miti legati ai traduttori. Se sei un traduttore, probabilmente li avrai già sentiti tutti.

1. Ai traduttori piace lavorare gratis

A meno che non si tratti di una traduzione volontaria o a meno che tradurre non sia la tua principale fonte di guadagno, a nessun traduttore piace lavorare gratis. Tradurre è come qualsiasi altro lavoro e ci piace essere ricompensati per il lavoro che facciamo. Solo perché lavoriamo da casa, non significa che non ci piaccia ricevere gli stessi vantaggi di quando si lavora in un ufficio normale.

2. I traduttori devono essere disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7

A meno che tu non abbia intenzione di dormire, mangiare o avere una vita, nessun traduttore è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Come ogni altro impiego, abbiamo orari di lavoro e la maggior parte di noi non lavora nei fine settimana e va anche in ferie. Di nuovo, solo perché siamo liberi professionisti non significa che dobbiamo rimanere “a disposizione” tutto il tempo. E dobbiamo assicurarci che questo sia chiaro ai nostri clienti. Quindi, per favore non darti disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, se vuoi avere un sano equilibrio tra lavoro e vita personale.

3. Chiunque parli due lingue può essere un traduttore

Questa cosa la sento molto spesso. Puoi parlare due, tre, cinque, otto lingue, ma questo non ti rende un traduttore. Per diventare un traduttore, devi prepararti, devi studiare tale materia all’università. Potresti avere una predisposizione dalla nascita per le lingue e la traduzione, ma per diventare un traduttore a tutti gli effetti, devi acquisire determinate abilità che puoi apprendere o migliorare solo studiandole.

4. Traduttori e interpreti sono la stessa cosa

Un’altra frase utilizzata moltissimo. Ok, chiariamoci: i traduttori svolgono il loro lavoro per iscritto, mentre gli interpreti lo svolgono oralmente. E no, non tutti i traduttori sono anche interpreti e viceversa. Sebbene alcune persone studino per diventare entrambe le cose, la maggior parte ne sceglie solo una. Diventare un interprete è tutta un’altra cosa.

5. La traduzione automatica prenderà il sopravvento sul lavoro dei traduttori

Anche con la traduzione automatica, avrai sempre bisogno di un traduttore per rivedere il lavoro svolto dalla macchina. La traduzione automatica può essere utile per progetti di grandi dimensioni, ma le traduzioni avranno sempre bisogno di occhi umani che assicurino il corretto svolgimento delle stesse. Di solito, una macchina non riconosce il sesso, singolari o plurali, nomi propri e così via. L’MTPE o traduzione automatica post-editing è un lavoro che richiederà sempre un traduttore umano.

6. I traduttori possono tradurre qualsiasi argomento purché il materiale sia in una lingua che conoscono

Come traduttori, possiamo tradurre quasi tutto, ma tendiamo anche a specializzarci in alcune aree che ci sono più familiari. Ad esempio, io sono una traduttrice giurata, quindi non ho problemi a tradurre documenti legali, ma non ho molta esperienza con Forex e la criptovaluta, quindi so che non accetterei traduzioni da quei campi. Probabilmente potrei fare la traduzione usando glossari e dizionari specializzati, ma non sarà mai una buona traduzione rispetto a quella che svolgerebbe un traduttore con esperienza in quell’ambito.

7. I traduttori possono svolgere qualsiasi traduzione con tempi di consegna minimi o nulli

No, non possiamo. I clienti desiderano un lavoro di alta qualità, ma quel tipo di lavoro non può essere svolto in tempi di consegna minimi o quasi nulli. Ricorda che oltre a tradurre, correggiamo le nostre traduzioni. Abbiamo bisogno di una ragionevole quantità di tempo per assicurarci di consegnare la versione migliore del lavoro.

8. I traduttori non dovrebbero negoziare o aumentare le loro tariffe

Non è una cosa facile da fare o da capire. Quando inizi a lavorare come traduttore freelance le tue commissioni non saranno molto alte, ma man mano che diventi un traduttore più esperto, puoi e devi negoziare, rinegoziare e aumentare le tue commissioni. I tuoi clienti non possono aspettarsi che usi le stesse commissioni con cui hai iniziato per sempre.

9. Tutti i traduttori daranno come risultato la stessa traduzione

Il processo di traduzione è piuttosto complesso e ogni traduttore ha il proprio approccio alla lingua utilizzata. Supponiamo che tre traduttori prendano in consegna lo stesso documento di partenza, ti ritroverai con tre traduzioni diverse. Le variazioni probabilmente non saranno né troppe, né troppo diverse, ma devi considerare da dove proviene ogni traduttore, qual è il suo background, se parla diverse varianti della lingua (ad esempio, se traduce in spagnolo di Spagna o dell’America Latina).

10. Per i traduttori non è un problema fare traduzioni di prova non pagate

Questo è un enorme mito e malinteso. Non siamo contrari a fare dei test per i clienti prima che ci concedano un progetto, ma quei test dovrebbero essere pagati. Vi dedichiamo tempo e impegno, e per questo dovremmo essere ricompensati.

Ti vengono in mente altri miti sui traduttori? Allora ti prego di scriverli nei commenti e mi assicurerò di condividerli in un post successivo. E non dimenticare di iscriverti!

Fino alla prossima volta, prenditi cura di te e resta al sicuro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...