Cosmetica vegana

Scritto da: Noemi Recasens Marti, ottobre 2020.

(N.B. Un articolo riferito al veganismo e a tutti coloro che vi aderiscono. Spero di aver spiegato al meglio cosa si intende per cosmesi in ambito vegano)


Quando nasce un nuovo trend, i cosmetici non vengono mai lasciati in disparte. Il “veganismo” è una tendenza in crescita nel mercato della cura della persona.

Cosa significa “Vegano”?

Come con la maggior parte delle tendenze di bellezza emergenti, il movimento vegano è partito dal cibo e si riferisce a qualcuno che non mangia animali o qualsiasi altro cibo che contenga ingredienti di origine animale.

Oggi, il veganismo è diventato uno stile di vita onnicomprensivo che include l’astinenza da qualsiasi prodotto di consumo che contenga prodotti di origine animale, come abbigliamento, accessori di moda e cura della persona.

In cosmesi, i prodotti di bellezza vegani sono quelli che non contengono prodotti, sottoprodotti o derivati di origine animale. Questa tendenza sta diventando sempre più appetibile per i consumatori e sta crescendo rapidamente in tutto il mondo.

“Negli ultimi cinque anni, i prodotti vegani sul mercato sono raddoppiati”

Come capire se i nostri prodotti di bellezza sono vegani?

Per quelli che se ne intendono di cosmetici e ingredienti, dobbiamo solo controllare l’elenco degli ingredienti sulla confezione, nella sezione “ingredients”. Resta inteso che non siamo tutti in grado di farlo, e dobbiamo quindi ricorrere alle spiegazioni sulla confezione o chiedere direttamente al produttore.

Anche se il modo più semplice è vedere se ci sono marchi o loghi vegani sulla confezione del prodotto, in base alla definizione di vegano da parte dell’azienda o dell’ente certificatore, che può essere applicato a un marchio o a un singolo prodotto.

Marchi che possiamo trovare sui prodotti di mercato

Sono marchi che possono essere verificati da un’azienda certificatrice oppure possono essere inseriti dall’azienda produttrice stessa seguendo le proprie regole. Ricordate che quando un prodotto è verificato da una società di certificazione, potrebbe essere più costoso, poiché applicare il marchio ha sempre un costo per il produttore.

Esempi che potremmo trovare sulla confezione:

“Nessun ingrediente di origine animale”

Potete trovarlo su molte confezioni senza alcuna certificazione, quindi qualsiasi azienda può indicare se il suo prodotto è conforme al vegano. Questa etichetta si riferisce a un prodotto che non contiene ingredienti o derivati animali. Il prodotto può contenere sottoprodotti di origine animale come cera d’api, miele o lanolina.

“100% vegano” o “Vegan Friendly”

Questa etichetta indica che il prodotto non contiene ingredienti di origine animale o sottoprodotti di origine animale. E poiché per utilizzare tale dichiarazione non esiste uno standard di etichettatura né un’organizzazione che la verifichi, quasi chiunque può utilizzare questa dicitura.

Marchi aziendali verificati

Organizzazioni che verificano prodotti e marchi vegani con un approccio etico aggiuntivo che supporta la prevenzione dello sfruttamenti di animali. Pertanto, sono contro i test sugli animali.

Gli enti certificatori certificano i prodotti vegani che non contengono prodotti animali, sottoprodotti o derivati. I produttori non possono effettuare alcun test animale, né per loro conto, né da parte di terzi, e devono fornire una documentazione di supporto, per garantire che soddisfino i giusti standard.

PETA, cruelty-free, vegano. Il logo più conosciuto sul mercato. Per ottenere il logo, i brand e i loro fornitori non devono contenere ingredienti di origine animale, non devono eseguire, commissionare o pagare test sugli animali per ingredienti, formulazioni o prodotti finiti.

Non confondeteli

“Nessuno studio effettuato sugli animali con prodotti vegani”.

Un altro timbro che possiamo trovare sulla confezione è quello di “no studies on animals”, il che indica che non sono stati effettuati studi sugli animali per determinarne l’efficacia sia del prodotto finito che degli ingredienti che compongono il prodotto cosmetico.

Quando indica “nessuno studio sugli animali”, non significa che il prodotto sia vegano.

Ricordate che in Europa, nei prodotti cosmetici è vietato apporre il timbro di “nessuno studio sugli animali” poiché dall’ultimo aggiornamento del Regolamento Cosmetico, gli studi sugli animali sono vietati su tutti i prodotti cosmetici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...