Cosa visitare a Playa del Carmen

Scritto da: Floxie, il 30/07/2017.

(N.B. Questa traduzione è stata piuttosto lunga ed elaborato. Più che altro perché l’autrice, essendo argentina, utilizza l'”ustedes” come varietà diatopica di scrittura. Nella trasposizione italiana ho preferito utilizzare il “voi” più che il tu, in quanto il suo pubblico è piuttosto ampio e le vi si rivolge sempre al plurale. Inoltre, ho prestato attenzione ai nomi dei luoghi citati, lasciandoli assolutamente invariati)


Se c’è qualcosa su cui non si discute è che tra tutti i viaggi che abbiamo fatto, il Messico è stato uno dei più belli. L’equazione è perfetta: spiagge paradisiache + clima ideale + attrazioni di ogni genere + grande predisposizione e ospitalità verso i turisti + ottimo gastronomia. Combinazione perfetta per una buona vacanza.

Con questa promo folle di Promo Aéreas ( quella  che è durata pochi minuti ma di cui pochi potevano approfittare), mi state chiedendo post su Cancun e dintorni. Nonostante sia una destinazione che abbiamo visitato con Mr. Filangie nel 2007, quando questo blog non esisteva, vi racconterò un po’ cosa è possibile visitare in zona e come vivere appieno l’esperienza.


Come arrivare?

Da Buenos Aires, Aerolineas Argentinas c’è un volo diretto per Cancun. Avianca fa scalo a Bogotá. Copa ferma a Panama. Latam fa scalo a Lima. Aeroméxico ferma a Città del Messico. Ci sono altre opzioni passando per gli Stati Uniti, ad esempio, ma quelle che ho menzionato sono le più semplici per arrivarci. Dagli altri aeroporti del mondo, è più facile raggiungere l‘aeroporto di Cancun.

Per raggiungere la zona degli hotel di Cancun potete prendere un taxi per circa 35 USD. Ci sono anche mini van condivisi che vanno da 30 USD a 83 USD per veicolo.

Una volta all’ aeroporto di Cancun, troverete gli autobus ADO che vi porteranno ai terminal degli autobus di Playa del Carmen, il viaggio dura circa 1.10h. Il costo del biglietto è di 10 USD a tratta. Potreste anche andare a Tulum per 12 USD. Il viaggio dura 2.05h.


Cancun o Playa del Carmen?

Questa è la domanda principale. I fan di MEAMEEEE apprezzeranno di più Cancun perché è di quello stile. Dispone di grandi alberghi uno accanto all’altro nella zona alberghiera, con discoteche, ristoranti e bar.

D’altra parte, Playa del Carmen è totalmente un’altra cosa: è più campestre, con spiagge più grandi, al centro c’è una strada pedonale chiamata 5ta avenida, con ristoranti e artigianato dove poter passeggiare la sera. Credo sia una questione di gusto. Personalmente mi è piaciuta di più Playa del Carmen perché è più tranquilla (almeno qualche anno fa) e le spiagge mi sembravano più libere, visto che a Cancun le spiagge appartengono agli hotel ed è più difficile trovare posto se non si alloggia lì. Se invece siete ospiti di quegli hotel avrete senza dubbio tutti i comfort.

** Aggiornamento: dopo aver parlato con le persone che abitano lì e dopo aver letto alcuni commenti dei lettori, mi è stato detto che il centro di Playa del Carmen non è più sicuro, che a mezzogiorno non si esce più e che c’è da stare molto attenti. Che peccato. Le zone più sicure sono gli hotel di Playacar e la zona alberghiera di Cancun. Tenetelo in considerazione per stare più sicuri. D’altra parte, la tranquillità che c’era a Playa del Carmen ora si ritrova a Tulum. Grazie Romi per i tuoi consigli.**

A Playa del Carmen non ci sono solo le grandi catene alberghiere, bensì vi sono hotel o Airbnb più economici da scegliere come alternativa alla formula All Inclusive. Su Booking.com troverete le offerte giuste. Per vedere tutti gli hotel di Cancun cliccate su questo link: Booking.com


Consigli per il Messico

Immigrazione

I flussi migratori in Messico possono essere più o meno intensi. Diciamo che sono molto in stile USA e ci sono agenti all’uscita dell’aereo che chiedono il passaporto e fanno domande. È consigliabile avere il passaporto a portata di mano quando si lascia l’aereo e, se possibile, anche le prenotazioni di hotel e voli in un luogo facile da individuare sul cellulare o stampati. Potete leggere il mio post sui suggerimenti per passare i controlli e viaggiare più sicuri.

Dogana

Tenete presente che non appena si tocca territorio messicano è necessario passare all’immigrazione e alla dogana, come negli USA. Quindi se andate in Messico, dovrete passare ai controlli del DF.

Durante il mio ultimo viaggio a L’Avana, ho fatto scalo all’aeroporto di Cancun, ma non come transito dato che avevo un biglietto a parte: mi hanno addirittura aperto la valigia esaminando tutto scrupolosamente, soprattutto biscotti, dulce de leche e alfajores che erano regali da portare a Cuba. Tutto, al punto che hanno aperto il dulce de leche passandoci su un foglietto di carta che rileva presenze di droga. Quindi siate pazienti e sappiate che possono aprire e annusare confezioni di alimenti anche se ancora chiuse.

Secondo le informazioni fornitemi da Freddy dal blog Freddy Non Stop, a partire da giugno stanno gradualmente eliminando i semafori doganali a Città del Messico e Cancun. Con questa modifica, i controlli non saranno più così rigidi.

Servizi

Parlando con Romi Viola del blog kiloindiadelta.com, che attualmente si trova a Playa del Carmen, mi ha detto che bisogna stare attenti perché tutti vogliono approfittare dei turisti. Controllate bene il resto che danno i camerieri, fate attenzione ai tassisti e alle tariffe che fanno pagare, contrattate sempre, basta fare attenzione.

Gastronomia

Fate attenzione, voi con colon irritabile e herpes facile! Tutto il cibo messicano è piccante. Generalmente nel menù sono presenti 3 gradazioni, indicate con il disegno di uno, due o tre peperoncini. In questo modo si potrebbe ordinare il cibo con del piccante, meno piccante o extra piccante. Mi è capitato di chiedere il medio e sono quasi morta affogata per quanto fosse piccante, non c’era liquido che potesse placare la sensazione. Questo per dirvi di STARE ATTENTI quando fate i coraggiosi e ordinate il più piccante. Ve lo assicuro, noi terrestri in questo emisfero meridionale non possiamo gestirlo. Attenzione al peperoncino Habanero, è il più piccante di tutti ed è verde. Ricorderete tutti il famoso chavo del ocho! Provatelo, ma con ATTENZIONE.

Al di là delle questioni piccanti, il cibo messicano è delizioso. Da tacos, burritos, enchiladas, fagioli neri, a me piace tantissimo. Moderatamente piccante ma mi piace! A Cancun e dintorni puoi trovare cibo per tutte le tasche! E ovviamente, accompagnate il tutto con una Corona ghiacciata con limone. Per tutto il resto c’è Mastercard.


I luoghi imperdibili della Riviera Maya

Ci sono molti posti super interessanti da visitare ed esplorare nella zona. Mi dedicherò a quelli che ritengo valga la pena di visitare e che non dovreste perdervi.

Isla Mujeres

Isla Mujeres è un’isola con acque cristalline e un piccolo paesino che si trova proprio di fronte a Cancun, a circa 11 km di distanza (vedi foto di copertina). Si può raggiungere in traghetto dalla zona alberghiera di Cancun o da Puerto Juarez. Il viaggio dura circa 30 minuti e la compagnia si chiama Ultramar. Dalla zona degli hotel il viaggio costa 19 USD andata e ritorno.

L’isola è molto piccola e ha bellissime spiagge. Per visitarla tutta, potete noleggiare una moto (24 ore per 15 USD) o un golf cart (da 50 USD per 24 ore). È inoltre possibile noleggiare biciclette o visitarla a piedi. È lunga solo 7 km e larga 1 km.

Se si vuole rimanere sull’isola, ci sono 29 hotel. Vi consiglio di guardare su Booking.com, che ha sia case, che appartamenti, che hotel. Potreste anche cercare su Airbnb.

Qui troverete un’offerta gastronomica rispettabile e potreste trovare varie tipologie di ristoranti/bar.

È uno dei paesaggi più belli che abbiamo visto nella zona. La consiglio vivamente, non vi deluderà.

Tulum

Tulum è un sito archeologico, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Le sue rovine Maya si trovano su una scogliera e sotto di esse si trova Playa El Paraiso, considerata una delle migliori spiagge della Riviera Maya. Si può salire sulle rovine del castello e godere di una vista panoramica mentre si osserva l’architettura Maya.

Si può scendere in spiaggia e a pochi metri si può addirittura fare snorkeling. Offrono anche immersioni archeologiche sottomarine, dove puotrete vedere tre canyon scoperti nel XVII secolo. Potete anche visitare il Parco Naturale Atku Chen, fare zip-line o tuffarvi nei fiumi sotterranei. Il grande cenote di Tulum è uno dei più famosi per il nuoto, lo snorkeling e le immersioni nelle grotte.

Vi si può arrivare da Playa del Carmen con l’ autobus ADO per circa 4 USD. Può anche essere raggiunto dall’aeroporto di Cancun per 12 USD. Noi abbiamo noleggiato un’auto per alcuni giorni per visitare Tulum, Akumal, Chichen Itza e le spiagge circostanti.

Potrete anche soggiornare a Tulum; ci sono molte opzioni a questo link Booking.com con cancellazione gratuita così come su Airbnb.

Akumal

Akumal si trova a 37 km da Playa del Carmen ed è una delle spiagge più belle della Riviera Maya. Akumal significa “terra delle tartarughe”, poiché sulla spiaggia si vedono le tartarughe che depongono le uova (da maggio a ottobre). Inoltre se siete fortunati potreste addirittura nuotare con loro. La zona è ottima per lo snorkeling in quanto è molto vicina a una delle barriere coralline più grandi del mondo. Potrete trovare grotte e fiumi sotterranei.

Per arrivarvi da Playa del Carmen, prendete un autobus per Akumal (da Calle 2 tra avenida 15 e 20). I mezzi pubblici vi lasciano sulla strada federale 307, sul ponte all’ingresso del paese (chiedete all’autista, lui lo sa). Da qui si cammina per 1 km fino alla spiaggia. Un’altra opzione è noleggiare un’auto come abbiamo fatto noi.

Caleta Yal-Kú

Questo posto è fantastico, mi è davvero piaciuto. È come una gigantesca piscina con pesci colorati e acque turchesi dove l’acqua del mare incontra l’acqua dolce. Una laguna imperdibile per lo snorkeling. Suggerimenti: indossate scarpe in neoprene per evitare di tagliarvi coi coralli. L’ingresso costa 14 USD per gli adulti e di 10 USD per i bambini.

Ci sono hotel per tutte le tasche ad Akumal, potete trovare tariffe diverse a questo link booking.com

Xcaret

Xcaret è uno dei parchi ecologici più famosi del Messico. È come andare alla Disney o alla Universal ma con spiagge naturali e fiumi sotterranei. Ci è piaciuta tantissimo come esperienza. Si può fare snorkeling in una grande laguna o esplorare i fiumi sottomarini, e come attività extra potete nuotare con gli squali, i delfini striati o fare una passeggiata sottomarina Sea Trek.

Ci sono anche attività culturali strettamente legate alla cultura messicana. Tra queste, le più belle sono i voladores de Papantla, un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Vi sono anche danze tipiche, siti archeologici e un museo di arte popolare messicana.

Per gli amanti della natura, sarete a contatto costante con la flora e la fauna, poiché troverete una voliera, un allevamento di farfalle, un acquario, tartarughe marine, una laguna di lamantini e un’isola di giaguari.

Quello che mi è piaciuto di più è stato nuotare nei fiumi sotterranei, che hanno un’estensione di 600 metri e una profondità di 1,60 metri. Il prezzo è piuttosto costoso, specie se si ha un budget limitato. Costa 88 USD online. Ricordate che online costa sempre meno che allo sportello.Controllate nella sezione promo del web poiché ci sono sconti per pacchetti o pasti.

Potete andarci in auto (ci sono parcheggi gratuiti), in taxi da Cancun, con un costo approssimativo tra 80 e 100 USD solo andata, il viaggio è di circa 70 minuti e da Playa del Carmen di circa 15 minuti al costo di circa 15 USD. Potete anche prendere un autobus dalla stazione degli autobus di Cancun (Av. Uxmal) e Playa del Carmen (5th Avenue).

C’è anche il parco acquatico Xel-ha, appartenente a Xcaret, con un’ampia varietà di attività acquatiche, per visitare cenotes, lagune e provare lo zip-line. Ci sono pacchetti per visitare entrambi i parchi. Anche se non ci siamo andati, abbiamo ricevuto buone recensioni.

Chichen Itzá

Chichén Itzá è senza dubbio la città Maya più famosa al mondo. Situata nello stato dello Yucatán, a 128 km da Merida in direzione di Cancun, accoglie più di un milione di turisti all’anno, il che la rende la seconda zona archeologica più visitata del Messico.

È stata fondata da gruppi Maya tra il 325 e il 550 della nostra era. Intorno all’anno 800, i Toltechi invasero la zona, provocando la fusione delle due culture. Così, la città raggiunse il suo massimo splendore e divenne la più potente della penisola dello Yucatan all’inizio del XII secolo. Fu allora che furono costruiti gli edifici che permangono ancora oggi, come El Castillo o el Juego de Pelota. Da questa influenza sorse il culto di Kukulcán, il serpente piumato che tra i Toltechi e gli Aztechi portava il nome di Quetzalcóatl.

Nel 1988, l’UNESCO ha designato Chichén Itzá Patrimonio culturale dell’umanità. Nel 2007 è diventata una delle Nuove 7 Meraviglie del Mondo.

Può essere visitato dal martedì alla domenica dalle 8:00 alle 17:00 e l’ingresso costa 3,50 USD. Ci sono escursioni di una giornata che includono un pranzo con balli tipici e una visita alla storica città di Valladolid. Se date uno sguardo alle recensioni vedrete che più di uno lo consiglia.

Come arrivare: Noi abbiamo noleggiato un’auto e la distanza da percorrere è di circa 188 km da Cancun. L’abbiamo fatto 10 anni fa e credo che la strada sia migliore adesso, visto che c’era un tratto il cui percorso non era in buone condizioni.

IN AUTOBUS DA CANCÚN:

Dal capolinea degli autobus (Av. Tulum, angolo Av. Uxmal)
Dovrete prendere l’unico autobus diretto a Chichén Itzá, che parte alle 9:00 circa.
Tempo di viaggio: 3.5 h circa.
Il costo del biglietto è di 9 USD circa.

Cozumel

Cozumel è la destinazione preferita per le immersioni e lo snorkeling in quanto è la seconda barriera corallina più grande del mondo (Gran arrecife mesoamericano).

Si raggiunge prendendo un traghetto da Playa del Carmen, costa 6 USD andata e ritorno. È possibile visitare l’isola in moto, in jeep o in auto.

Il centro cittadino è pittoresco e si possono trovare vari posti dove mangiare e acquistare anche artigianato tipico locale. Ci sono anche catene alberghiere, potete consultare le opzioni su booking.com, o cercare case e appartamenti su Airbnb.

Spero che questo post sulla Riviera Maya vi sia piaciuto. Certo, chi lo preferisce, può fermarsi a fare la lucertola in spiaggia senza più muoversi da lì! ma credo sia fodamentale menzionare questi fantastici luoghi che ci sono piaciuti tantissimo, e credo che anche voi li apprezzerete.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...