3 Step per distinguersi nel mercato della traduzione

Scritto da: Cristina Colella, il 24/06/2020.

(N.B. Questa traduzione è risultata piuttosto facile, forse perché l’autrice è italiana, non saprei dirlo. Tutto sommato, gli interventi non sono radicali, ma semplici modifiche di stile)


Potresti pensare che il mercato della traduzione sia un ambiente saturo senza opportunità di brillare e farsi notare. È vero che ci sono molti traduttori e agenzie lì fuori. Ma di solito competono per prezzo, qualità e velocità.

Certo, sono tutti fattori importanti. Viviamo in un mondo frenetico dove c’è gran richiesta di alta qualità a basso costo. E forse è per questo che siamo tentati a renderli fattori per cui distinguersi. Ma come ho detto prima, sono solo il minimo indispensabile.

Se cerchi di competere sul minimo indispensabile, sarà molto difficile farti spazio in questo settore.

Quindi ti darò 3 suggerimenti per riuscire a spiccare nel settore della traduzione.

1 Indica chiaramente il tuo “perché

Come diceva Simon Sinek, la gente compra il tuo “perché”. È ciò che stimola l’interesse del cliente quando fa una scelta. Ci sono molti traduttori là fuori. Ma se ti concentri sul perché , allora stai facendo proprio ciò che potrebbe incuriosire le persone. E potrebbero decidere di avvicinarsi a te.

Mostra la tua passione. Spiega ai tuoi clienti cosa ti ha fatto scegliere il campo della traduzione. Se hai fatto questa scelta per risolvere problemi di comunicazione che hai vissuto tu stesso, faglielo sapere.

Sapranno che c’è un essere umano dietro lo schermo, e questo crea connessione e fiducia.

2 Racconta la tua storia

Racconta quali problemi hai avuto in passato e come li hai risolti. Questo crea empatia. E le persone si sentiranno comprese. Si sentiranno anche incoraggiate a collaborare con te data la tua esperienza nella gestione dei problemi che loro stessi stanno incontrando.

Io, ad esempio, ho scelto di lavorare come traduttrice perché ho avuto problemi di comunicazione in passato e ho faticato molto per riuscire a trasmettere il mio messaggio. Mi sembrava di parlare una lingua diversa. Oggi mi piace aiutare le persone a superare le barriere linguistiche così che possano accedere a nuove opportunità e settori.

Abbiamo tutti una storia personale che ci ha portato a scegliere un certo percorso. Pensa al tuo e comunicalo.

3 Valore aggiunto

Non smetterò mai di sottolineare che il valore aggiunto è il nuovo concetto di alta qualità. Se competi sulla qualità, ti stai limitando al minimo indispensabile. La qualità è importante per la tua reputazione ma non è sufficiente. Precisione, coerenza, grammatica sono tutte metriche tecniche che si usano per valutare la qualità.

Ma ciò che conta per i tuoi clienti è l’obiettivo che possono raggiungere grazie alla tua traduzione. Puoi fargli aumentare le vendite, vincere una causa o accedere a nuovi mercati? Sì. Perché la traduzione è proprio questo: uno strumento utile a raggiungere un obiettivo più grande. L’obiettivo del tuo cliente.

Quindi, identifica il problema che vuoi risolvere e personalizza la tua proposta dimostrando di comprendere i tuoi clienti e di sapere quali sono i loro obiettivi.

Per riassumere, mostra la tua personalità e ricorda che si tratta di loro, non di te. L’alta qualità è il minimo indispensabile. Il valore aggiunto è il re.

Grazie.

Cristina Colella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...