Come diventare un traduttore accreditato per ottenere più lavoro

Scritto da: Gwenydd Jones (The Translator’s Studio, titolo originale “How to Become an Accredited Translator to Get More Work), il 17/04/2020.

(N.B. Questo articolo è molto interessante, e per questo spero di essere stata quanto più precisa possibile. Ci tengo a specificare che gli standard del diploma che troverete più sotto sono riferiti al sistema scolastico inglese, e non ho ritenuto opportuno modularlo verso la cultura italiana perché lo trovo innanzitutto informativo ma anche perché in Italia per lo più fa fede la laurea, la magistrale o vari corsi di specializzazione)


In una professione non regolamentata come la traduzione, trovare un lavoratore affidabile è come un colpo di fortuna per il cliente. Un modo per assicurarti di ottenere più lavoro è quello di essere un traduttore accreditato. Questo articolo ti spiegherà come entrare a far parte dei traduttori certificati.

Nell’ambito della traduzione, la maggior parte delle transazioni avviene online. Non avendo un contatto personale, per un nuovo cliente diventa difficile fidarsi di te. E, senza fiducia, non ci sarà un’offerta.

Un modo per ottenerla è mostrare al cliente che sei un traduttore accreditato. L’accreditamento ti conferisce lo status ufficiale in quanto membro della professione di traduttore.

Quindi, quali sono le opzioni per ottenere un riconoscimento nell’ambito della traduzione?

Qualifiche di traduzione

La standard di riferimento (in Inghilterra) per una qualifica in traduzione è il Diploma in Traduzione del Chartered Institute of Linguists. Solo le persone con competenze di traduzione professionale sono in grado di superare questo esame. Se qualcuno ha conseguito i DipTrans, allora gli sarà garantita una certa garanzia di qualità. (diploma di traduzione spa<>eng)

Un’altra qualifica di traduzione leader è il Master in Translation Studies (in Regno Unito). Un traduttore con questa qualifica ha studiato a fondo la teoria della traduzione. Potrebbe anche essersi specializzato ad esempio in legge, letteratura o localizzazione di videogiochi.

Se vuoi saperne di più su queste due qualifiche, consulta l’articolo “Master in studi di traduzione e DipTrans: una guida per traduttori perplessi”. Oltre a questo, potresti trovare utile il post di Gwenydd Jones scritto per Nikki Graham sull’utilità dei DipTrans. Mentre visiti il sito Web di Nikki, dai un’occhiata alla sua serie di post che recensiscono diversi corsi di laurea.

Oltre ad ottenere una qualifica di traduzione, sarebbe una buona idea entrare a far parte di un’associazione di un traduttori professionisti. In quanto membro, avrai il diritto di utilizzare il logo di appartenenza sul tuo materiale promozionale. Questo farà capire a tutti che prendi sul serio la tua professione.

Iscrizione ad un’associazione di traduttori professionisti

Esistono numerose associazioni per traduttori in tutto il mondo. Le quote associative spesso arrivano a costare centinaia di euro, quindi vale la pena guardarsi attorno per capire cosa potresti ottenere dal tuo investimento. È importante considerare se e in che modo i tuoi clienti si distingueranno fra di loro.

Associazioni più grandi, come CIoL e ITI nel Regno Unito, ATA negli Stati Uniti, Asetrad in Spagna e AITI in Italia, hanno i requisiti che devi soddisfare se desideri farne parte. Questi potrebbero includere superare un esame di ammissione, fornire delle referenze, essere qualificati e aver acquisito una certa esperienza. Essere membro di un’associazione come queste offre quindi una garanzia di qualità per l’acquirente.


Nell’articolo originale mancavano riferimenti ad associazioni italiane, per questo ho inserito AITI, che è ad oggi la più conosciuta. Ovviamente ce ne sono tante altre a vostra disposizione.


Diventare un traduttore approvato dal governo

Tale procedura dipenderà dal paese. È possibile che ti venga richiesto di superare esami ufficiali o di possedere determinate qualifiche. A volte, il sistema ha delle falle. In Spagna, ad esempio, i traduttori ottengono l’approvazione ufficiale per lavorare nella loro seconda lingua, anche se è risaputo che questo, di solito, ne riduce la qualità. Un altro problema in Spagna è che i traduttori sono costretti ad ottenere qualifiche ufficiali come interpreti, o viceversa, anche se si tratta di due professioni ben diverse. In ogni caso, un traduttore accreditato dal governo ha sempre un “bell’aspetto” per il cliente. Quindi, vale la pena ottenere questo riconoscimento se ne hai l’opportunità, ad esempio, integrandolo alla tua laurea.

Il modo migliore per diventare un traduttore accreditato dipenderà dalle qualifiche che già possiedi. Ma è una componente importante per ottenere un lavoro continuativo come traduttore freelance. Al di là delle considerazioni finanziarie, l’accreditamento del traduttore è una fattore essenziale per far sì che la nostra professione venga presa sul serio.

2 pensieri riguardo “Come diventare un traduttore accreditato per ottenere più lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...