Cosa c’entra la grammatica con la salute?

Scritto da: Alba María Casado Ahumada, il 11/09/2019.

(N.B. Quest’articolo si avvicina più al tema didattico, ma in maniera un po’ più riflessiva. Il testo è una trascrizione di un podcast audio, per questo alcune espressioni sono più colloquiali di altre. In tal caso, ho cercato di renderlo adatto ad un lettore italiano che si accinge all’apprendimento della lingua spagnola. Le strategie di traduzione utilizzare sono perlopiù omissione e modulazione)


In questo episodio parliamo di grammatica e salute. Cosa hanno a che vedere l’una con l’altra?

Salve, famiglia! Ti do il benvenuto in Radio Españolizarte. Nell’episodio 37: Come studiare la grammatica a livelli avanzati, due studenti e due professoresse di spagnolo ti hanno dato alcuni consigli su come studiare la grammatica a questi livelli. Alla fine dell’episodio, anche io ti ho dato qualche consiglio, ma ho dimenticato di parlarti di alcune idee. In questo episodio voglio continuare a parlare di grammatica e di cosa ha a che fare con la salute. A proposito, colgo l’occasione per dirti che il canale YouTube è già operativo. Puoi trovarlo cercando “Españolizarte Café” e iscriverti per non perdere le ultime novità. Ma adesso, ti lascio alle riflessione di oggi.

Se hai dato un’occhiata alla maggior parte dei libri di grammatica, avrai visto una serie di regole da seguire per coniugare un verbo (ad esempio: il pretérito indefinido si forma nella prima coniugazione aggiungendo alla radice del verbo le desinenze: -a, -aste, -ó, -amos, -astéis e -aron); possiamo dire che queste sono le regole primarie e, in caso di eccezioni, sono generalmente finite e ben definite; ma, dall’altra parte, abbiamo anche delle regole d’uso (per esempio: usiamo il pretérito indefinido per parlare di azioni passate finite e che si riferiscono ad un momento esatto). Come sai, man mano che si sale di livello, l’elenco degli usi diventa sempre più grande. E oltre a ritrovarti con un elenco impossibile da ricordare e gestire in situazioni di comunicazione reali, ti rendi conto che queste presunte regole non sempre vengono seguite. Ti è mai capitato?

Vediamo cosa accade, utilizzando una metafora. Immagina di andare dal medico con dolori di stomaco molto forti. Il medico, invece di fare i test necessari per rilevare il problema, ti prescrive pillole per il dolore. Le pillole funzionano quasi sempre, ma a volte il dolore persiste e ti senti molto male. Dopo una settimana, compaiono altri sintomi: nausea, flatulenza, dissenteria… Il medico prescrive un farmaco per ciascuno di questi sintomi e continua a non farti alcun test per capire qual è il problema. Ancora una volta, il farmaco aiuta, ma non risolve il problema e nel tempo compaiono altri sintomi. Hai capito cosa sta succedendo?

Studiando la grammatica per usi, assumiamo una pillola che ci aiuta a produrre un messaggio considerato corretto da un punto di vista grammaticale in un contesto specifico. Tuttavia, se proviamo ad utilizzare lo stesso farmaco per tutte le situazioni, non funzionerà. Quindi, finiamo per aggiungere nuove pillole o nuovi usi al nostro repertorio, da applicare a diverse situazioni. Ma, come nel nostro esempio della malattia, quello che dovremmo fare è arrivare al fondo della questione, andare alla radice del problema o, nel caso delle forme grammaticali, capire cosa unisce tutti questi usi, ossia il significato di base di ognuna di quelle forme.

Perché sì, ognuna di esse ha un significato di base e generale che comprende tutti i suoi vari usi. Pertanto questi ultimi non sono altro che mere manifestazioni del suddetto significato di base. Ora, non ti mentirò, capire il significato di base non è un compito facile, o quantomeno è difficile descriverlo con le parole, poiché ci sono ancora linguisti che discutono sui diversi significati delle varie forme. Ma se ti esponi alla lingua con una certa frequenza e lo fai con una certa curiosità, chiedendoti qual è il significato della forma in ogni frase e confrontandolo con la stessa forma usata in contesti diversi con intenzioni differenti, a poco a poco capirai meglio il significato di ogni forma.

Voglio che tu prenda due concetti da questo episodio: il primo è che le forme hanno un significato, unico e generale, tutti gli usi lo condividono, e solitamente non compare nei libri di grammatica. Il secondo è che gli usi in realtà non sono regole ma mere manifestazioni di questi significati di base.

Tenendo a mente questo, ti approccerai alla grammatica in modo diverso. Invece di sentirti frustrato quando ciò che ti hanno insegnato non si palesa in un determinato enunciato, pensa che sia normale, perché questi usi non sono regole, ma, come suggerisce il nome, semplici modi che i madrelingua utilizzano per trasmettere un significato. Ricorda che gli usi servono come modelli per esercitarsi, sono anche utili per organizzarti, ma non sono regole immutabili.

Infine, voglio che tu sappia che non sono contraria all’utilizzo di queste pillole per camuffare un problema di fondo: ma sono contro al fatto che tu non sappia davvero cosa significhi una determinata forma. Ma se decidi di non preoccuparti troppo del significato, almeno tienilo in considerazione e non mortificarti nel pensare alla moltitudine di regole d’uso che non vengono sempre seguite.

Che ne pensi? Avevi mai considerato questo prospettiva? Raccontatemelo nei commenti.

A proposito, sto lavorando alla creazione di materiali e corsi per insegnare la grammatica da questa prospettiva, tenendo conto del significato. Se sei interessato all’argomento e vuoi che ti parli dei miei progressi e, dunque, ti invii del materiale gratuito di volta in volta, entra a far parte del blog Españolizarte e iscriviti alla newsletter. E se vuoi conoscere le tecniche per imparare la grammatica da altri studenti di livello avanzato e da insegnanti di spagnolo, ascolta l’episodio 37 di questo podcast, intitolato Come studiare la grammatica a livelli avanzati. Nient’altro. Se ti è piaciuto, condividilo con i tuoi cari e i tuoi amici e lasciami un commento. Alla prossima, famiglia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...