Un Re

Scritto da: Irina Santroni, il 16/03/2020.

(N.B. Questa volta sono intervenuta davvero pochissimo sul testo. L’obiettivo era rendere quanto più possibile il tono ironico e soprattutto grammatico utilizzato dall’autrice. Mi ha fatto molto riflettere, e per questo ho voluto cercare di mostrare le emozioni che ho provato io nel leggere l’originale)


C’è un nuovo Re nel mondo.

E questo Napoleone vuole conquistare l’intero pianeta e le persone che lo abitano.

Ama la quiete e il silenzio. Non c’è nessuno in strada, niente bambini nei parchi, niente gondole sul Canal Grande. Ci ha ordinato di rimanere a casa, di restare separati o moriremo.

All’inizio, le persone hanno reagito molto male. Alcuni non ne avevano ancora sentito parlare, altri lo hanno sottovalutato. Altri hanno riso di questo uomo grasso e basso che indossa una corona eccessivamente grande, minacciando la vita di tutti. E tutti hanno perso.

Ora, questa invasione è arrivata da me e i nostri sindaci si sono arresi dinanzi ad esso. Ci hanno chiesto di obbedire, di stare a casa e sopravvivere. Il giorno prima della chiusura abbiamo comprato tutto il cibo e le scorte necessarie, per poi rinchiuderci.

È felice, immagino, mentre cammina per le strade deserte, vede le scuole silenziose, guarda un film da solo.

Tuttavia, ciò che non sa è che io conosco il suo segreto, le sue paure mi sono chiare. Nessuno può agire sfruttando la paura del prossimo e pensare di ottenere un buon risultato. Quindi, scusa mio caro Re, ma è proprio questo che ti sconfiggerà.

Hai paura dell’amore a tal punto da farci a pezzi. Ma noi troveremo il modo di restare uniti, di amarci sempre.

Hai tanta paura di invecchiare e morire, ma noi proteggeremo i nostri cari come meglio potremo. Da te e da tutti. Confidiamo nella loro saggezza affinché prendano la strada giusta.

Sei così triste che fa comunque male, anche se canteremo dai tetti e suoneremo dai nostri balconi.

Te lo prometto: non sarai mai in grado di tenere lontane le nostre voci, né di separarci.

Ironia della sorte, stai causando l’effetto contrario: l’amore e l’empatia sono più forti che mai! Siamo più uniti di prima, tenendoci informati su di te. Abbiamo creato una catena d’amore che abbraccia la terra. E questo cambierà per sempre l’idea della distanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...